Fondazione

CORSI DI FORMAZIONE PER I NOSTRI VOLONTARI

30 maggio 2016

E' iniziato il corso 2016 per l'aggiornamento e la formazione dei volontari dell'Associazione Più di Uno. Il corso è rivolto esclusivamente a loro e gli consente di approfondire alcuni importanti argomenti, utili per gestire al meglio il rapporto interpersonale con i ragazzi con sindrome di Down e disabilità intellettiva durante le numerose attività indoor e outdoor organizzate dall'Associazione Più di Uno durante l'anno.

Il secondo incontro è con la psicologa e coach Monica Martini, nell'occasione verrà approfondita la figura del volontario.

Il corso inziato in marzo, si concluderà il 6 settembre 2016 e sarà suddiviso in tre moduli che analizzeranno tre aspetti fondamentali del ruolo del volontario:

  • la pianificazione delle attività in maniera condivisa con il beneficiario attraverso l’ascolto attivo
  • la delimitazione del proprio ruolo e motivazione al volontariato
  • gli aspetti relazionali e comunicative, modalità per rendere le proprie azioni efficaci e riuscire a valorizzare le capacità dell’utenza

Il percorso formativo intende proporre basi nell’analisi dei bisogni formativi, individuati tra coloro che sono più attivi nell’organizzazione e nella pianificazione delle attività dell’associazione e nel gruppo partecipante al progetto “Più di un collega”, esperienza nata in collaborazione alla Cooperativa Vale Un Sogno e dedicata all’autonomia lavorativa del disabile intellettivo.
L’analisi ha rilevato che la maggior parte dei volontari ritiene fondamentale ricevere formazione adeguata al tipo di attività proposte dall’associazione (18 sono i volontari che ne segnalano la necessità di obbligatorietà). Le difficoltà principali che i volontari hanno individuato riguardano la poca conoscenza della disabilità intellettiva e nell’interpretare i comportamenti dei beneficiari.

Inoltre, viene rilevata la problematicità nell’essere efficaci nelle attività proposte e di utilizzare strumenti comunicativi adeguati.
La maggior parte dei volontari desidera attraverso la formazione migliorare il proprio modo di rapportarsi con i beneficiari apprendendo strumenti e metodi che permettano di poter gestire relazioni ed eventuali situazioni difficili in maniera adeguata. Inoltre, forte è la necessità di conoscere più da vicino la disabilità intellettiva e la sindrome di Down, anche dal punto di vista teorico, per avere maggiore consapevolezza delle capacità e difficoltà dei singoli beneficiari.

Interessante, poi, notare che le due aree di competenza che i volontari ritengono più rilevanti ed utili sono la gestione del gruppo e la relazione “uno ad uno”.

Infine, molti volontari si sentono carenti nell’area conoscenza teorica, come sottolineato in precedenza, e nell’area ludico – creativa nell’organizzazione delle uscite e tempo libero.


Gli argomenti ufficiali del corso di quest'anno sono:

  • Il volontariato aspetti positivi e aspetti negativi a partire dal punto di vista del beneficiario
  • Chi è il volontario
  • Il ruolo del volontario e le aspettative del benficiario
  • Punti di forza e di debolezza della disabilità
  • Autonomia del tempo libero
  • Prospettive future
  • Analisi sul campo volontario/beneficiario
  • Analisi sul campo volontario/beneficiario
  • Analisi delle uscite e metodi
  • Analisi delle uscite e metodi
  • Incontro finale

 

 

Se volete entrare a far parte dell'Associazione Più di Uno potete contattare i volontari e il loro Presidente Andrea Andreoli:

www.piudiuno.org